nosce te ipsum

A crazy little thing called l(ov/if)e.

Questo è il titolo di uno dei più famosi successi dei Queen, ed è questo titolo che mi ha inspirato per il nome al mio blog. Una piccola pazza cosa chiamata vita. Lo voglio chiamare così perché è un momento in cui mi sono fermato, sono sceso dal treno, ed ho girato la testa indietro per vedere quello che stavo vivendo.

cropped-il-sole-in-una-testa-tagliata.jpg

Where am I going? 
dove sto andando? 
dove sono diretto? 
Verso cosa sto costruendo il mio futuro? 
Verso cosa le mie mani si stanno tendendo?
where am I going?
qual è il mio punto di arrivo?
quale l’obiettivo?
quale la strada da percorrere?
la strada percorsa finora va bene?

Vorrei tanto trovare una risposta così come aprendo un uovo Kinder si trova una sorpresa. Qualunque essa sia ti riempie di gioia, un nuovo giocattolino apposta per te; che illusione! Ce ne saranno tantissimi uguali al tuo e può definirsi tutto all’infuori dell’essere su misura per te! Sarà per questo che odiavo le uova kinder da piccolo, la sorpresa non mi piaceva mai.
Ma appunto, questa piccola pazza cosa chiamata vita non ha risposte facili. Non ha risposte per tutti belle confeizionate e disposte su di uno scaffale come nei supermercati.

Mi piacerebbe moltissimo essere una di quelle persone stupide, a volte ci penso sul serio. Quelle per cui se va di moda il leopardato finanche sui calzettoni acquistano calzini leopardati senza pensarci, nonostante l’obrobriosità ai piedi. Quelli che sono tutto vetrina e niente magazzino.

“E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina
e niente in magazzino.” (il paradosso del nostro tempo – G. Carlin)

Queste sono parole che mi smuovono ogni volta.
siamo così tanto attenti a essere impeccabili fuori, -sai l’aspetto è la prima cosa che una persona vede di te, ci dicono-al punto di dimenticare la seconda cosa, la più importante: chi sei. Non voglio dimenticarmi del magazzino.
Facciamo un po’ di ordine però.

Nome: Nicola
Secondo Nome: Maria (si, lo so, i miei non so cosa avevano bevuto quel giorno, ma ho consigliato loro vivamente di non prendere più decisioni di questo tipo se non completamente lucidi; anche se lo devo ammettere, un po’ inizia a piacermi, mi distingue un pò)
Cognome: Mastrogiacomo
professione: Studente di Medicina (o almeno ci provo :P)
hobbies: non saprei neanche io, troppi e mal coltivati.

No, no … non sono tipo da ordine. Perché far entrare la mia vita in uno schema? Non mi garba!

Il mio filosofo preferito diceva: “Conosci te stesso”
non c’è esortativo più sconvolgente che un invito a scendere in profondità, a scoprire, conoscere e riconoscere il tuo IO nella nube della quotidianità. Conosci te stesso e solo dopo potrai conoscere gli altri. Conosci te stesso e solo dopo potrai ottenere la risposta che sia fatta solo per te.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s